mercoledì 15 giugno 2016

Nessuna ricetta segreta.

Quando frequentavo le scuole medie, e il liceo devo ammettere di essere stata abbastanza sfigata. Gli altri ragazzi mi prendevano in giro per il mio aspetto e per il fatto che studiavo.

A distanza di quasi quindici anni dalla fine delle medie, rivedo le ragazze popolari di allora e mi chiedo che fine abbia fatto la loro popolarità? La loro fama? Il successo? E soprattutto dov' è il loro sorriso? La loro ricetta segreta?
 Assurdo quanto le situazioni si ribaltino. Il karma fa il suo gioco e tutto cambia in un attimo. ed Assurda è la vita. Sapete il detto che recita: "quel che semini raccogli"? Già, le cose bisogna guadagnarsele.

Tutto ciò che viene raggiunto in fretta è basato su qualcosa di finto o falso e costruito, appunto improvvisato ed è spesso destinato a crollare.
 La felicità? Vivere come tutti , essendo come nessuno. 

E se c'è ancora qualcuno che si illude che il fumo in faccia che ci lanciano i mass media con modelle in copertina, siano sintomo di una tanto agognata vita felice, si sbaglia di grosso. Invidiarle poi, ad esempio, è pura follia. Morire di fame ed essere sole nel profondo, seppur non nel concreto, non sono esattamente i miei canoni di felicità. La vita non può' essere scevra dalla sofferenza e che anzi: più dura sarà quella sofferenza giovanile, tanto più la frustrazione ci aiuterà ad emergere nei momenti di forte stress.
Non basarsi sulle volte in cui siamo cadute, ma guardare come poi abbiamo avuto la perseveranza di rimetterci in piedi, quello ci fortifica. La vita facile del "tutto e subito" è solo una pura chimera, un' illusione.
Le felicità e i successi reali si fanno attendere e si costruiscono con molta fatica e molto, molto lentamente, giorno dopo giorno dopo giorno. Lo dicono anche i giornali e i settimanali di moda e costume:
              dietro ad una grande donna c'è un' adolescenza di merda.

Quindi se siete in quella fase, non sprecate inteligenza ed energia nel mortificare ancor di più voi stesse pensando a quanto faccia schifo la vostra vita oggi, ma cambiate il segno ai pensieri e fantasticate su quanto sarà meravigliosa la vostra vita domani.

Grazia B.

2 commenti:

  1. Sei davvero una ragazza saggia: ciò che oggi ci fa piangere, domani sarà in grado di strapparci un sorriso. Vale soprattutto per quella fase così delicata della nostra vita che è l'adolescenza, che tanti traumi ci ha regalato, dai quali sembra un miracolo essere usciti vivi. Eppure servono anche quelli per renderci ciò che siamo oggi: non esiste un'adolescenza senza difficoltà di ogni sorta, perché sono quelle che forgiano il carattere. Saperle ottimizzare senza farsi schiacciare da esse è indispensabile per la costruzione dell'adulto di domani. E forse l'adolescente sfigato di ieri può essere un adulto migliore oggi proprio perché ha fatto tesoro di quelle difficoltà. a presto.

    RispondiElimina
  2. ciao Annalisa, grazie mille! Sei sempre molto gentile con me! è vero tutto ciò che dici. Ci ho messo un po', ma alla fine l' ho capito che funziona così il mondo! Pensare sempre positivo e cercare di vedere il lato ostruttivo di ogni cosa <3

    RispondiElimina