lunedì 28 marzo 2016

FINALMENTE LA PRIMAVERA!


Volersi bene è un atto d' amore verso noi stessi, e riguarda il nostro lato più intimo, spirituale; ma anche a che fare con il corpo, le sensazioni, i sensi...
I Filosofi greci, presocratici e dionisiaci non hanno mai disprezzato il corpo ed è una pura follia voler fare un mito della mente, senza occuparci del nostro benessere fisico.

Cominciare a correre, per me, è stata la chiave di volta. Ha conciliato il mio bizzarro spirito, con la mia irrequieta mente, e lo strano corpo! :D
La risoluzione ad inghippi del quotidiano, la valvola di sfogo, lo spazio tutto per me.
Sì, perchè io corro sola! Questa cosa non è molto simpatica ,lo so. Ammetto di aver progettato tutte le mie ultime idee mentre ero sommersa lì nei miei 60 minuti di volo.
L' equilibrio non è elemento facile a cui accedere e ci vuole molta pazienza e molta maturità per raggiungerlo. Alle volte trovo gli appassionati di sport un po' esibizionismi ed egocentrici e mai e poi mai avrei pensato di arrivare a definirmi una runner addict, ma la verità è che per me è una sorta di cura, di psicoterapia. Una pausa dalle ansie, non un vuoto della mente, ma un riempimento di pensieri solo ed esclusivamente miei.

L' anticamera della mia creatività: ecco che cos'è per me lo sport.
L' allenamento non deve essere un tempio per esaltati, ma il modo personale di chi lo pratica di ritagliarsi un mondo diverso, un modo per volersi bene.
E per voi che cos'è lo sport?

G.B




(Qui sotto trovate il link della playlist su Spotify che mi accompagnano in questi giorni)











https://open.spotify.com/user/11166510012/playlist/1tid3GdF5wEDdsqjOQlOHa

Nessun commento:

Posta un commento